Skip to content

L’inizio della vita democratica a Cavallino-Treporti

by su 8 gennaio 2015

Democracy1-245x300Il Comitato Più democrazia vuole comunicare alla cittadinanza che il regolamento sulla partecipazione di Cavallino Treporti (qui il .PDF) è stato approvato all’unanimità in data 22.12.2014 . Questo è solo l’inizio di un percorso, di fatto siamo partiti in ritardo rispetto agli altri comuni in quanto la regolamentazione doveva avvenire nel 2001. I nuovi strumenti permettono di avere tempi e modi certi di risposta da parte dell’amministrazione; adesso per avere buoni risultati e recuperare il tempo perduto è necessario insegnare ad usarli. Il comitato Più Democrazia ora richiede che, nei primi mesi del nuovo anno, vengano indette delle assemblee pubbliche per far conoscere i nuovi strumenti e che vengano periodicamente indetti dei corsi di educazione civica nel territorio. Di fatto riscontriamo una grave carenza di informazione ,che non permette ed inibisce il cittadino alla vita civica e riteniamo doveroso, come prossimo passo di questo percorso, colmare questa lacuna. Il comitato aveva più volte suggerito di affrontare un percorso partecipativo per redigere il regolamento, in quanto esso è lo strumento dei cittadini per i cittadini, ma questo percorso non è mai iniziato. Un grande passo avanti nella democrazia lo abbiamo avuto grazie alla modifica dello statuto comunale, approvato il 15 Ottobre 2014, dove si è stabilito il quorum zero nei referendum sia consultivi che abrogativi. IL NOSTRO COMMENTO SU QUANTO E’ STATO APPROVATO L’aspetto positivo di questo regolamento riguarda soprattutto la sua consistenza: ogni passaggio viene descritto abbastanza dettagliatamente, lasciano così poco spazio all’interpretazione personale. Per quanto riguarda i contenuti, invece, ci troviamo di fronte ad un testo senza troppe pretese, è stato fatto il minimo necessario per portare  a casa il risultato; se fosse stato scritto così nel 2001 (ossia da quando un decreto obbliga i comuni ad averlo) sarebbe stato perfetto..peccato che siamo nel 2015! L’aspetto negativo di questo regolamento appena votato riguarda l’aver inserito forti ostruzioni ed inutile burocrazia che renderà di fatto più difficile fare politica fuori dai partiti, tutto questo sostenuto sia dalla giunta che dall’opposizione per, a loro dire, responsabilizzare i cittadini; infatti troviamo:

  • tempi brevi per la raccolta delle firme, ossia solo 90 giorni.
  • l’autentica delle firme obbligatoria sia per i referendum che per le proposte (quindi senza consigliere comunale niente raccolta di firme in strada, proprio quando ci sono momenti di aggregazione e puoi trovare tutte le persone riunite. Questa scelta è stata fatta perchè non vogliono che i cittadini facciano politica fuori dai partiti.)
  • servono 350 firme autenticate per portare una proposta al voto in consiglio (ad esempio a Jesolo, dove bastano 100 firme non autenticate, ne hanno portate al voto ben due (2) in 14 anni…in alcuni comuni italiani può farlo anche un singolo cittadino, capite da soli che questa scelta è stata fatta per boicottare l’uso di questo strumento.)
  • inserito il “triplo quorum”, quindi per presentare una proposta o un referendum devi: 1) formare un comitato con relativa raccolta firme e varia burocrazia (1° quorum) 2) raccogliere le firme (autenticate) per portare al vaglio del Segretario Comunale il testo (2° quorum) 3) raccogliere di nuovo le firme (autenticate) per portare al voto la proposta (3° quorum) La motivazione di questa scelta è stata: “non vogliamo aggravare gli uffici di troppo lavoro e ulteriori costi” e così ci mettono i bastoni fra le ruote…molto logico!
  • nessun miglioramento alla partecipazione tramite assemblee istituzionalizzate
  • mancanza totale di internet: è stato scritto come se non esistesse.

Visto che criticare è facile, qui di seguito 1un elenco di proposte che non sono state prese in considerazione, anche quelle che in commissione ci avevano detto interessanti. Il motivo di averci bocciato TUTTE le proposte è che noi siamo troppo avanti e vogliamo un’altra democrazia (!), e per questo ci hanno negato:

  • il portale sulla partecipazione, ossia la richiesta di migliorare il sito del comune per poter gestire via internet alcuni aspetti burocratici, come ad esempio poter compilare e gestire i documenti online, fare le petizioni online o gestire la newsletters.
  • il voto postale, che avrebbe abbassato i costi referendari permettendo un risparmio di tempo e denaro non indifferente, come hanno fatto a Malles nel 2014.
  • il bilancio partecipato, ossia permettere ai cittadini di scegliere la destinazione di una parte del bilancio comunale.
  • la newsletter comunale, per inviare via mail agli utenti le notizie, gli avvisi e gli eventi politici importanti riguardo il Comune.
  • il libretto referendario, dove scrivere in proporzioni uguali i motivi dei comitati del SI’ e del NO nei referendum, da inviare a casa attraverso la newsletter comunale (vedi punto sopra). Questo libretto è ritenuto, dagli esperti di democrazia diretta, fondamentale per dare un’informazione paritaria ai cittadini che è l’obiettivo principale dei referendum.
  • aumentare a 180 i giorni utili per la raccolta firme  (che per chi lavora ed ha solo i fine settimana liberi vuol dire 24 banchetti disponibili, salvo brutto tempo e disponibilità dei consiglieri comunali ad autenticare.)
  • eliminare l’obbligo di autenticazione delle firme almeno per le proposte di delibera.
  • diminuire il numero di firme, visto che sono valori esagerati per un comune piccolo come il nostro.

Per 14 anni maggioranza ed opposizione non hanno permesso ai cittadini di avere strumenti forti per fare politica ed adesso, che sono stati costretti a farlo, lo hanno fatto pieno di ostacoli e tecnicismi inutili. Questo regolamento deve essere sicuramente migliorato e noi ci impegneremo a farlo proprio con gli strumenti che adesso abbiamo a disposizione. 

Annunci
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: